Menu
expo.bottega
NEWS
Home

L'Associazione

IL MUSEO
Uomini e pietre
Eventi
Giornata Ecologica
Via dei Fiori
Davestra
Festa Montagna 06
expo.bottega
05 maggio 2007
Carla Bettio espone
Emigranti 2007
Percorso Gardona
Via della Chiesa
Progetto G511
Castel San Niccolò
Farra d'Alpago
Monselice
Sospirolo
Circolo Elisa di Santa Giustina
Circolo Elisa di Santa Giustina
 DALLE DOLOMITI A VENEZIA (E VICEVERSA)MIGRAZIONI D'AUTORE
RICOSTRUIRE 2018
RIAPERTURA MUSEO
MONTAGNA IN TRANSIZIONE
MOSTRA MERCATO SANTA GIUSTINA 2018
Mostra di bassorilievi di Giorgio Zoldan
Mostra di immagini d'epoca a cura di Giulio Mazzucco
La Bottega dello Scalpellino
Comunicati Stampa 2007
Comunicati Stampa 2008
Comunicati Stampa 2009
Comunicati Stampa 2010
Comunicati Stampa 2011
Comunicati Stampa 2012
Comunicati Stampa 2014
Comunicati Stampa 2018
Contatti e indicazioni stradali
Link
Ringraziamenti
Attività
La Mariana
Motore di Ricerca
Cerca
Seguici su Facebook
 

Presso la saletta posta al piano terra del municipio di Castellavazzo sono esposte alcune opere realizzate dai componenti dell’Associazione Pietra e Scalpellini di Castellavazzo.

Chi percorre Via Roma viene attirato dagli sguardi perentori dei mascheroni in pietra e dalla bellezza di alcuni oggetti, che per alcuni mesi saranno ospitati in questa ambiente in attesa che lo stesso venga allestito con i reperti archeologici, da poco restaurati a cura del Comune ed in attesa delle autorizzazioni della Soprintendenza.

L’accordo tra l’Amministrazione Comunale ed il sodalizio guidato da Vilmer Mazzucco ha permesso di allestire questa piccola mostra denominata “expo.bottega” che consente all’Associazione di presentarsi a soci e simpatizzanti di materializzare un lavoro di riorganizzazione e rilancio che è durato un anno.

Queste realizzazioni sono state create nella “La Bottega dello Scalpellino”, struttura organica al Museo della Pietra e degli Scalpellini e che ne costituisce la sezione operativa, permettendo ai visitatori di comprendere le tecniche e le manualità necessarie per la lavorazione della pietra, sia a scopo architettonico che artistico.

Viste le pareti vetrate della sala espositiva, è possibile ammirare in qualsiasi orario queste opere che, grazie all’illuminazione notturna ed ai giochi di luce che inducono particolari tonalità alla pietra, sono immerse in un’atmosfera particolare.

Si possono apprezzare alcuni mascheroni, taluni dai lineamenti antropomorfi come la Dama Mascherata e l'Inverno, altri invece con fattezze più irriverenti o grottesche.

Non mancano gli elementi architettonici ben rappresentati da una finestra dotata di mascherone posto a chiave d’arco e da un’apparente semplice sfera, elemento che invece richiede una non comune bravura.

A breve, in occasione dell’assemblea annuale, saranno annunciate le date di inaugurazione del Museo della Pietra e degli Scalpellini ed una serie di iniziative che accompagneranno l’operato “degli Scalpellini” per l’anno in corso.

 

Si comunica che a causa di problemi tecnici la mostra è stata trasferita al Museo della Pietra e degli Scalpellini.

 

Aggiornato il 30 gennaio 2008.


in aggiornamento

in aggiornamento

in aggiornamento

in aggiornamento




 
powered by Linea58 Smart Edition