Menu
Fare una pila
NEWS
Home

L'Associazione

IL MUSEO
Uomini e pietre
Eventi
La Bottega dello Scalpellino
Fare una pila
Comunicati Stampa 2007
Comunicati Stampa 2008
Comunicati Stampa 2009
Comunicati Stampa 2010
Comunicati Stampa 2011
Comunicati Stampa 2012
Comunicati Stampa 2014
Comunicati Stampa 2018
Contatti e indicazioni stradali
Link
Ringraziamenti
Attività
Motore di Ricerca
Cerca
Seguici su Facebook
 

Le pile sono dei contenitori in pietra che venivano addoperati per conservare gli alimenti.

Spesso venivano tenuti nelle fresce cantine degli edifici ed in taluni casi erano interrati per metà della loro altezza onde migliorare il raffrescamento docuto al contatto diretto con il terreno.

Le dimensioni e la curvatura esterna erano diverse a seconda delle esigenze degli utilizzatori e alle abitudini di chi le realizzava.

In prossimità del bordo due, o in taluni caso addirittura tre maniglie permettevano di afferrare e sollevare il manufatto.

Oggigiorno, essendo venuto meno il loro utilizzo, le pile vengono relegate a funzioni ornamentali oppure utilizzate più semplicemente come vasi da fiori.


La prima operazione consiste nello spianare con la bocciarda la superficie superiore in modo che con un compasso si possa tracciare il cerchio entro il quale si svilupperà il bordo.

Lo scalpello a punta larga permetterà di contornare il bordo con una cordellina.

All'estreno di quest'ultimo dovrà essere indicate la foggia delle due maniglie.

Sempre con la bocciarda si sgrossano i lati del blocco al fine di delineare in maniera approssimata la bombatura.

 


Per mezzo di sagome di legno o in cartoncino vengono realizzate la curvatura del vaso e le maniglie laterali.

In questa immagine  viene risaltato l'utilizzo della bocciarda.


Ecco il manufatto terminato per quanto riguarda le superfici esterne.

Si inizia a svuotare utilizzando esclusivamente la punta ed  il mazzuolo, controllando con la sagoma la curvatura e lo spessore delle pareti.

Ecco l'oggetto terminato.

Il bordo superiore è stato lucidato con della pietra abrasiva.


Mostra di immagini d’ epoca, l’ abbigliamento popolare bellunese collezione Giulio Mazzucco
Inaugurazione sabato 17.11.2018 h. 17:00
La mostra sarà visitabile nei giorni di apertura del Museo: sabato e domenica dalle 14.00 alle 18.00




QUI DOVE C'ERA IL MARE - Brevi spunti di geologia. Conferenza a cura del Dott. MANOLO PIAT. Venerdì 23 novembre 2018 ore 20:30 presso il Museo della Pietra e degli Scalpellini di Castellavazzo.

 
powered by Linea58 Smart Edition