Menu
10 agosto 2008
NEWS
Home

L'Associazione

IL MUSEO
Uomini e pietre
Eventi
La Bottega dello Scalpellino
Comunicati Stampa 2007
Comunicati Stampa 2008
28 gennaio 2008
03 febbraio 2008
14 febbraio 2008
17 febbraio 2008
09 marzo 2008
17 marzo 2008
31 marzo 2008
11 aprile 2008
17 aprile 2008
16 maggio 2008
26 maggio 2008
02 giugno 2008
14 giugno 2008
29 giugno 2008
13 luglio 2008
27 luglio 2008
10 agosto 2008
14 settembre 2008
15 dicembre 2008
28 dicembre 2008
Comunicati Stampa 2009
Comunicati Stampa 2010
Comunicati Stampa 2011
Comunicati Stampa 2012
Comunicati Stampa 2014
Comunicati Stampa 2018
Contatti e indicazioni stradali
Link
Ringraziamenti
Attività
La Mariana
Conferenze
Motore di Ricerca
Cerca
Seguici su Facebook
 

Gli Scalpellini “in soccorso” delle campane del paese

In dono un mascherone a chi aiuta la Parrocchia

 

Pietre ma non solo..verrebbe da dire commentando l’ultima iniziativa dell’Associazione Pietra e Scalpellini di Castellavazzo.

Nei giorni scorsi un grave guasto ha messo fuori uso le campane della chiesa dei SS Quirico e Giulitta, la cui riparazione ha comportato per la Parrocchia un esborso di parecchie migliaia di Euro, somma peraltro non preventivata.

Ecco che il sodalizio guidato da Vilmer Mazzucco si è reso prontamente disponibile escogitando un’iniziativa di sostegno, nell’intento di alleviare il peso di questa autentica tegola per il bilancio parrocchiale.

Nel corso degli ultimi 2 anni presso la Bottega dello Scalpellino sono stati realizzati alcuni mascheroni a scopo dimostrativo, esposti nelle fiere e nelle manifestazioni alle quali ha partecipato il gruppo, uno dei quali - denominato “la Cortigiana” - è stato messo a disposizione per essere regalato a chi effettuerà in favore della Parrocchia di Castellavazzo una donazione di 5.000 Euro.

Questa difatti è la cifra dell’intervento di riparazione delle campane ed è coincidente con il valore commerciale di un’opera di tale pregio, tenendo conto dell’enorme numero di ore necessarie per completarla utilizzando solo tecniche manuali e rispettose dei procedimenti di un tempo.

“la Cortigiana” raffigura un’elegante donna dai capelli fluenti che sul viso porta una maschera, ideale, vista anche la pietra grigia che la compone, per essere affissa sulla parete di una casa oppure alla chiave di un arco.

La tipologia della realizzazione consente inoltre di utilizzare la stessa come complemento d’arredo, adagiandola su un piedistallo o all’interno di una nicchia.

Chiunque fosse interessato al manufatto non deve far altro che contattare l’Associazione oppure direttamente la Parrocchia di Castellavazzo.

Con questo gesto l’Associazione vuole ricambiare il crescente consenso che da qualche anno circonda le attività del sodalizio, fortemente impegnato nella valorizzazione delle peculiarità storiche legate all’utilizzo della pietra locale.

È da ricordare come il contesto urbano di Castellavazzo sia ricco di mascheroni che aggettano sulle vie e sulle piazze, incutendo paura sui passanti con ghigni aggressivi oppure prendendoli in giro con smorfie sberleffanti.

 


ANCHE QUEST'ANNO SAREMO PRESENTI A FARRA D'ALPAGO CON UN NOSTRO STAND E CON LA LAVORAZIONE DELLA PIETRA CON METODI TRADIZIONALI. VI ASPETTIAMO.



 
powered by Linea58 Smart Edition